FOCUS: Voglia di casa, in TV

L’homestyle conquista la TV. Reality, reportage, contest ma anche consigli e idee, l’arte dell’abitare declinata nelle forme più diverse conferma un nuovo trend televisivo con protagonista la casa. E il web, per una volta, sembra arrancare.

Da qualche tempo la quotidianità è la grande protagonista del piccolo schermo. Cucina, casa, abbigliamento, ma anche bricolage, matrimoni, viaggi, salute e benessere sono la fonte di ispirazione non solo di trasmissioni e rubriche, ma spesso di interi canali tematici. È la riscoperta della vita di tutti i giorni. Come si spiega questa nuova tendenza?
Qualche tempo fa abbiamo analizzato il genere del cooking show. Cucina e ricette hanno conquistato televisione e web, facendo esplodere una vera e propria moda di programmi, emittenti, serie e webserie dedicati. Il successo probabilmente era dovuto alla facilità di realizzazione e ai costi di produzione contenuti. Oltre, ovviamente, alla possibilità di toccare un pubblico ampio e trasversale: infondo, chi è capace di resistere a un piatto succulento? Allo stesso modo, tutti abbiamo una casa che vorremmo rendere più confortevole, moderna, pulita, spaziosa… e d’altra parte sogniamo un rifugio al mare, ville principesche e loft in qualche luogo lontano. In una parola homestyle, nuovo trend di successo per programmi e canali TV.
In Italia, paese di proprietari di case, il 74% delle famiglie possiede la propria abitazione. Una recente ricerca condotta da GfK-Eurisko per Assarredo conferma che per gli Italiani la casa è nientemeno che il bene risolutore dei fondamentali bisogni della vita; nella propria abitazione si ricercano protezione, godimento, riposo e divertimento. L’ambiente in cui si vive, inoltre, è considerato dalla maggior parte degli intervistati lo specchio che esprime la personalità e i gusti di chi lo abita. Ben vengano, dunque, consigli e indicazioni per vivere al meglio la propria casa.
L’arte dell’abitare diventa la parola d’ordine per costruire format in grado di conquistare nicchie di pubblico sempre più ampie e fedeli. Le possibili varianti di genere sono innumerevoli, dall’how to al reality, dal lusso estremo al fai da te, e variano da canale a canale, da target a genere.
Leonardo (418 di Sky), dal 2007, ha scelto un’offerta tematica dedicata alla casa, ed è stato premiato con un +26% di share. I programmi di punta sono ‘Case da vip’, ‘Passpartout: ospite a sorpresa’, ‘Interni d’autore’, per gli amanti di giardinaggio e bricolage ci sono ‘Tendenza casa’ e ‘Le stagioni in casa’, per chi vuole sognare c’è ‘La mia Africa’. Ci sono anche offerte pensate come veri approfondimenti o spazi informativi dedicati ai professionisti del settore, come il canale Ceramicanda Tg Architettura (850 del pacchetto Sky e 87 del DTT). L’emittente è la prima dedicata a tecnologie e materiali da costruzione, alla progettazione architettonica, con attenzione ai personaggi dell’architettura e dell’edilizia. I programmi coinvolgono aziende, professionisti e associazioni di categoria per realizzare un vero e proprio servizio di utilità pratica per il telespettatore.
Ma anche molti canali generalisti, soprattutto su satellite e digitale terrestre, dedicano ampio spazio nei loro palinsesti a programmi homestyle. Sky Uno e La5 trasmettono uno dei più grandi successi del genere ‘Extreme Makeover: home edition’, dove una squadra di professionisti ristruttura completamente una casa in una settimana creando dei veri e propri capolavori. Il trionfo del genere makeover, che comunque vanta diversi esempi di successo come ‘Cowboy builders’, sugli errori dei costruttori edili, ‘L’aggiusta tutto a domicilio’ o ‘Come si costruisce una casa’.
Lei (canale 127 di Sky), chiaramente pensato per un pubblico femminile, sceglie il living come chiave di lettura del genere “casa”. I programmi privilegiano il genere del reality con titoli come ‘Alla casa ci pensa lui’, dove all’uomo della coppia è affidato il compito di ristrutturare casa all’insaputa di lei e assumersi la responsabilità e i rischi del risultato finale, o ‘Case da incubo’, dove due arzille professioniste del pulito insegnano come tenere linde le case inglesi. DoveTv e Nat Geo Adventure, canali dedicati a viaggi e viaggiatori, scelgono programmi capaci di unire al piacere del viaggiare quello dell’abitare, il tutto all’insegna dell’intrattenimento. Real Time (canale 31 del digitale terrestre e 124 di Sky) ha conquistato il pubblico con la serie di format condotti dall’agente immobiliare Paola Marella. ‘Cerco casa… disperatamente’ e ‘Vendo casa… disperatamente’ (tratti da format inglesi e prodotti da Endemol) sono diventati dei veri cult.
Persino Mtv, il canale dei giovanissimi, ha dei format dedicati alla casa capaci di divertire il proprio pubblico. ‘Mtv Cribs: a casa dei vip’ e ‘Teen Cribs’ sono dei veri e propri reportage alla scoperta di case da sogno inimmaginabili. A illustrare tutte le meraviglie d’arredo e architettura i fortunati inquilini, vip d’Oltreoceano o teenager eredi di famiglie milionarie.
E il web cosa fa? Pare che per il momento stia a guardare. A differenza di generi come quello del coking show, dove la possibilità di produzioni low budget o addirittura amatoriali è più accessibile, il tema della casa probabilmente non è così facile da approcciare. Non è una casualità, infatti, che molti format di successo nascano da collaborazioni con agenzie e imprese del settore immobiliare, che vedono nella televisione un’interessante vetrina e un utile investimento.
Le webtv legate all’homestyle sono in maggior parte nate da siti di agenzie e offrono poco più che cataloghi video. Anche se qualche idea creativa per farsi conoscere non manca. Il portale casa.it è riuscito a conquistare il pubblico di Youtube con i tormentoni di Nonna Lea, la vecchietta che parla lo slang dei giovani e consiglia “sgami” di saggezza popolare.
Aptamil, la casa produttrice di prodotti per la prima infanzia, ha lanciato sul suo sito la prima webserie del genere: ‘Casa a prova di bebè’. Una serie dedicata ai genitori alle prese con gli inevitabili cambiamenti che comporta l’arrivo di un bambino; dieci puntante, visibili su Aptamil Channel, per imparare a gestire la casa e adattare i vari ambienti alle esigenze del bimbo.
Ma questa volta la Rete ha ancora tanto da fare.



Anna Mezzasalma

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...