Il DVR, l’erede del videoregistratore

È la stagione del DVR. Il Digital Video Recorder presto sarà irrinunciabile. Questo dispositivo consente di registrare qualsiasi programma televisivo proprio come accadeva con il vecchio videoregistratore, solo che non necessita di alcun supporto ed è integrato nelle video-station. Una funzione in più sul tasto del telecomando che in realtà significa l’affermazione dell’on-demand. Negli Stati Uniti il 77% dei DVR è fornito direttamente dalle TV via cavo, così che oggi il 20% dei programmi televisivi è registrato. Secondo lo studio del Centris Research, negli ultimi tre anni la vendita di dispositivi di registrazione video digitale è aumentata del 52%.
In Italia, inutile dirlo, questa tendenza è solo sul punto di sbocciare. FastwebTV e Sky sono stati tra i primi ad offrire ai loro abbonati servizi di questo tipo (MySky, ad esempio, è la versione del decoder con DVR integrato), ma un’importante parte di pubblico utilizza già il computer come registratore. Ed è facile immaginare che con la crescente accessibilità di questo servizio aumenterà anche il numero dei fruitori. Tutti i maggiori produttori di televisori hanno già provveduto. Sony, LG, Samsung, Panasonic, Toshiba hanno presentato la nuova linea di TV con DVR integrato. L’on-demand sta per inaugurare la sua età dell’oro?

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...